Eventi e notizie

 

24 settembre 2008
Vendemmia 2008: diminuisce la produzione, ma si preannuncia un'annata di grande qualità.

 

Sono 30 i viticoltori coinvolti da oggi nella vinificazione di Maixei, il Rossese di Dolceacqua della cantina Riviera dei Fiori Scarl.

Da questa mattina, infatti, hanno inizio i conferimenti delle prime uve rigorosamente selezionate e corrispondenti a indici e parametri specifici, provenienti dalle vigne di piccoli produttori della zona compresa tra Dolceacqua e Soldano. “L’annata si preannuncia quantitativamente minore, ma di ottima qualità” – ha dichiarato Pasquale Restuccia, agronomo della Cooperativa.

“Durante il periodo di fioritura – spiega Restuccia – abbiamo registrato un clima umido e nebbioso, che ha compromesso la fioritura prima e l’allegagione (il passaggio dal fiore all’acino) poi. L’andamento climatico irregolare non ha permesso la giusta maturazione, e il processo che ne deriva rischia di compromettere le qualità organolettiche del vino. Oltre a cenni di peronospora, ben controllata, le uve sono state soggette all’oidio o mal bianco, che ha causato sull’acino spaccature. Senza protezione, l’acino viene conseguentemente colpito da botrite (o muffa grigia), fungo che da anni non colpiva le uve rossese, causandone la marcescenza e quindi la ridimensione della produzione. Tuttavia il concentrato di polifenoli all’interno dell’acino sano risulta più ampio, in seguito ai campionamenti effettuati in questi mesi, con il successivo recupero di intensità di colore, caratteristica necessaria per ottenere la tipicità e la tradizione del nobile vino. Alcuni vitigni conferenti della zona di Soldano ad esempio, hanno completato il processo di maturazione con uve che all’ultimo campionamento hanno registrato un buon grado zuccherino e una colorazione corretta dell’acino. In giornata saranno proprie queste ad essere vinificate: uve rigorosamente selezionate, provenienti dalla medesima zona, e che sono destinate alla produzione di rossese superiore”.

Alcuni vitigni, in particolare quelli situati in posizione più elevata o maggiormente esposti al sole e quindi colpiti da stress idrico nel mese di agosto, prolungheranno la vendemmia.

“Una vendemmia tardiva – secondo Restuccia – serve non tanto a recuperare qualche grado di zucchero, ma soprattutto l’intensità del colore dell’acino, che è data proprio dalla permanenza del grappolo sulla pianta. Tutti sanno, infatti, che più tardi si vendemmia il Rossese, più esso risulta di buona qualità”.

“L’estate secca quindi – conferma Massimo Ghione, anch’egli agronomo - non ha compromesso irrimediabilmente l’annata, che anzi si preannuncia di qualità superiore alla precedente, nonostante le minori quantità di prodotto”.

Tutti i vigneti dei soci conferenti, infatti, sono stati attentamente seguiti durante l’estate e in particolare nei giorni scorsi, al fine di monitorare gli indici (grado zuccherino, acidità totale, acido tartarico e malico, componente polifenolica) e i parametri utili a identificare le migliori uve.

 

 

leggi tutte

 

 

 

 

 

Galleria fotografica

 

 

 

 

Credits | Copyright | Privacy | Sitemap | Google+
Agricoltori Riviera dei Fiori Società Cooperativa Agricola
Regione Periane Taggia , IM 18011 Italy
Phone: +39.0184.205015
P.IVA IT00243820081

OCM